26 Giugno 2022
novità

I contratti di locazione ad uso non abitativo e l'emergenza coronavirus

16-04-2020 13:19 - News giuridiche
La pandemia da coronavirus ha comportato il fermo di molte attività produttive e, nei casi più fortunati, la riduzione del fatturato di tanti commercianti. I conduttori di immobili adibiti ad uso diverso da quello abitativo si stanno quindi trovando nella difficile situazione di doversi confrontare con contratti di locazione ad oggi non più onorabili alle condizioni pattuite e, d'altronde, i proprietari di immobili che in quei contratti hanno spesso una importante, quando non unica, fonte di reddito non sono spesso disponbili ad andare incontro alle esigenze dei loro contraenti.
Quale dunque la soluzione?
Se il conduttore non intende proseguire l'attività perché irrimediabilmente compromessa dalla situazione creatasi, gli gioverà sapere che l'art. 27 della L. 392/78 prevede il recesso per per gravi motivi, ossia il caso del conduttore che intenda sciogliere il contratto dando al locatore un preavviso di sei mesi. Se certamente la situazione economica derivante dalla pandemia può rientrare nei gravi motivi previsti dalla norma citata e comportare la cessazione dell'attività del conduttore, rimarrebbero comunque i sei canoni mensili di preavviso da corrispondere alle condizioni previste dal contratto; canoni per i quali il locatore potrebbe anche agire in giudizio, ed anche nel caso di pronta restituzione dell'immobile da parte del conduttore, ottendendo un decreto ingiuntivo ai danni di quest'ultimo nel caso di mancato pagamento.
L'art. 1467 cod. civ. prevede invece l'ipotesi della eccessiva onerosità sopravvenuta e la pretesa risoluzione del contratto senza obbligo di corrispondere il preavviso di sei mesi ed in questo caso, a fronte della richiesta di risoluzione del contratto da parte del conduttore perché non in più in grado, a suo dire, di adempiere al suo obbligo, il locatore può comunque offrire di rivedere le condizioni del contratto, con possibilità quindi di addivenitre ad un auspicabile accordo che garantisca la prosecuzione dell'attività d'impresa del conduttore e tuttavia tenga conto delle nuove esigenze economiche delle parti.
L'art. 1464 cod. civ. contempla l'ipotesi della impossibilità parziale sopravvenuta e la possibilità di riduzione della prestazione, ossia, nel caso che ci occupa, del canone di locazione. Questa ipotesi, tuttavia, appare un po' troppo forzata e di difficile sostenibilità in quanto accollerebbe la situazione scatenata dalla pandemia a fatto proprio del locatore, il quale dovrebbe cioè essere considerato, di qui la forzatura, come soggetto non in grado di adempiere all'obbligo, che su di lui ricade, di consegnare e mantenere il bene in condizione tale da essere utilizzato secondo l'uso convenuto.
L'art. 1258 cod. civ. prevede l'ipotesi della impossibilità parziale di rendere la prestazione dovuta, e quindi in questo caso il pagamento del canone, quando la stessa sia divenuta impossibile solo in parte: il conduttore si libera quindi dall'obbligazione eseguendo la prestazione per la parte ancora possibile e, superata l'emergenza, l'immobile sarà nuovamente e totalmente utilizzabile. ll provvedimento di chiusura delle attività commerciali di cui al Dpcm dell'11 marzo 2020 rende applicabile questa disposizione perché il divieto di esercitare l'attività determina sicuramente l'impossibilità per il conduttore di utilizzare l'immobile e la mancanza o forte contrazione degli incassi, dovuta alla sostanziale riduzione dell'attività imprenditoriale collegata alla riduzione della circolazione delle persone, comporta l'impossibilità di adempiere alla propria obbligazione, ossia il pagamento del canone per il tempo per il quale durerà l'emergenza sanitaria: il conduttore, in sostanza, non può essere ritenuto responsabile del ritardo nell'adempimento. Ciò non significa che svanisca per lui l'obbligo di pagamento del canone come previsto in contratto, ma significa che l'adempimento dello stesso, e quindi dei canoni nel frattempo non corrisposti, viene posticipato alla cessazione dell'impossibilità, e quindi alla fine dell'emergenza sanitaria e delle conseguenze economiche negative che essa ha comportato.
D'altronde, anche l'art. 1256 cod. civ., nel regolare i casi di impossibilità definitiva e temporanea della prestazione, prevede che "se l'impossibilità è solo temporanea, il debitore finché essa perdura, non è responsabile del ritardo nell'adempimento": in sostanza egli non sarà responsabile del ritardo e non gli si potranno chiedere gli interessi o le penali, ma dovrà comunque eseguire la prestazione appena la stessa torni possibile. Sul punto, va chiarito che la prestazione va considerata impossibile quando la situazione sopravvenuta non possa essere superata con lo sforzo diligente a cui il debitore è tenuto in forza dell'art. 1176 cod. civ., non essendo sufficiente una maggior difficoltà, ma non richiedendosi neppure un'impossibilità assoluta o oggettiva.
L'art. 91 D. L. 18/2020 (c.d. Cura Italia), in quest'ottica, introduce una disposizione che tende a rafforzare quanto già sostanzialmente previsto dai citati artt. 1256 e 1258 cod. civ., considerando le conseguenze di un inadempimento qualora le stesse derivino dal “… rispetto delle misure di contenimento di cui al presente decreto …” e precisando che tale situazione “… è sempre valutata ai fini dell'esclusione, ai sensi e per gli effetti degli artt. 1218 (responsabilità del debitore) e 1223 (risarcimento del danno) c.c. …” e ciò in relazione a “… eventuali decadenze o penali connesse a ritardi o omessi adempimenti”. Il Giudice eventualmente chiamato a pronunciarsi sull'inadempimento del pagamento del canone da parte del conduttore, anche ai fini dello sfatto e della risoluzione del contratto, non potrà quindi non considerare se il mancato pagamento sia in qualche modo collegato alle misure di contenimento della pandemia: alle parti l'onus probandi.
È quindi da escludere, pur nelle oggettive difficoltà economiche del conduttore, un suo automatico diritto ad una riduzione del canone contrattualmente previsto, anche se ciò non toglie che il conduttore possa comunque chiedere al locatore la riduzione del canone, anche soltanto per il periodo di crisi; nel caso di rifiuto del locatore ad addivenire ad un accordo, il conduttore potrà allora convocare lo stesso in mediazione e successivamente convenirlo in giudizio, sostenendo l'impossibilità parziale sopravvenuta o l'eccessiva onerosità sopravvenuta.
Nel caso invece di un auspicabile accordo sulla riduzione del canone, è bene sapere che non sono dovute spese di registrazione e l'atto è esente dal bollo: nella scrittura dell'accordo (che potrà anche essere scambiata via mail per evitare gli ormai temuti spostamenti...) bisognerà fare riferimento al contratto in essere, indicando i dati di locatore e conduttore, riportare il canone annuale inizialmente stabilito, l'ammontare ridotto sul quale ci si è accordati e il numero di mesi per i quali il conduttore pagherà l'importo più basso, senza che si debba poi comunicare nulla all'Agenzia delle Entrate alla ripresa del pagamento regolare: con la registrazione dell'accordo il proprietario pagherà le imposte solo su quanto effettivamente percepito, riducendo anche l'ammontare delle imposte da pagare in acconto con la prossima deuncia dei redditi.
È in ogni caso opportuno sapere che il citato D. L. n. 18/2020 prevede:
- all'art. 65, un credito di imposta pari al 60% dell'ammontare del canone di locazione, relativo al mese di marzo 2020, di immobili rientranti nella categoria catastale C/1– Negozi e botteghe (credito d'imposta riconosciuto soltanto sui canoni effettivamente pagati, come già chiarito dall'Agenzia delle Entrate);
- all'art. 103, comma 6, la sospensione fino al 30 giugno 2020 dell'esecuzione dei provvedimenti di rilascio degli immobili, anche ad uso non abitativo.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy per www.studiolegaleulaccomemmo.it
Il sito web www.studiolegaleulaccomemmo.it raccoglie alcuni dati personali degli utenti che navigano sul sito web.

In accordo con l'impegno e l'attenzione che poniamo ai dati personali e in accordo agli artt. 13 e 14 del EU GDPR, www.studiolegaleulaccomemmo.it fornisce informazioni su modalità, finalità, ambito di comunicazione e diffusione dei dati personali e diritti degli utenti.

Titolare del trattamento dei dati personali
Studio Legale Ulacco Memmo
Via Salita Fenaroli, 13
66034 - Lanciano (Chieti) Italia
P.IVA 02385920695

Email: info@studiolegaleulaccomemmo.it
Telefono: +39 0872.66.15.85

Tipi di dati acquisiti
www.studiolegaleulaccomemmo.it raccoglie dati degli utenti direttamente o tramite terze parti. Le tipologie di dati raccolti sono: dati tecnici di navigazione, dati di utilizzo, email, nome, cognome, numero di telefono, provincia, nazione, cap, città, indirizzo, ragione sociale, stato, cookie e altre varie tipologie di dati. Maggiori dettagli sui dati raccolti vengono forniti nelle sezioni successive di questa stessa informativa.
I dati personali sono forniti deliberatamente dall'utente tramite la compilazione di form, oppure, nel caso di dati di utilizzo, come ad esempio i dati relativi alle statistiche di navigazione, sono raccolti automaticamente navigando sulle pagine di www.studiolegaleulaccomemmo.it.

I dati richiesti dai form sono divisi tra obbligatori e facoltativi; su ciascun form saranno indicate distintamente le due tipologie. Nel caso in cui l'utente preferisca non comunicare dati obbligatori, www.studiolegaleulaccomemmo.it si riserva il diritto di non fornire il servizio. Nel caso in cui l'utente preferisca non comunicare dati facoltativi, il servizio sarà fornito ugualmente da www.studiolegaleulaccomemmo.it .

www.studiolegaleulaccomemmo.it utilizza strumenti di statistica per il tracciamento della navigazione degli utenti, l'analisi avviene tramite log. Non utilizza direttamente cookie ma può utilizzare cookie includendo servizi di terzi.

Ciascun utilizzo di cookie viene dettagliato nella Cookie Policy (https://www.studiolegaleulaccomemmo.it/Informativa-sui-cookies.htm) e successivamente in questa stessa informativa.
L'utente che comunichi, pubblichi, diffonda, condivida o ottenga dati personali di terzi tramite www.studiolegaleulaccomemmo.it si assume la completa responsabilità degli stessi. L'utente libera il titolare del sito web da qualsiasi responsabilità diretta e verso terzi, garantendo di avere il diritto alla comunicazione, pubblicazione, diffusione degli stessi. www.studiolegaleulaccomemmo.it non fornisce servizi a minori di 18 anni. In caso di richieste effettuate per minori deve essere il genitore, o chi detiene la patria potestà, a compilare le richieste dati.

Modalità, luoghi e tempi del trattamento dei dati acquisiti
Modalità di trattamento dei dati acquisiti
Il titolare ha progettato un sistema informatico opportuno a garantire misure di sicurezza ritenute adatte ad impedire l'accesso, la divulgazione, la modifica o la cancellazione non autorizzata di dati personali. Lo stesso sistema effettua copie giornaliere, ritenute sufficientemente adeguate in base alla importanza dei dati contenuti.

L'utente ha diritto a ottenere informazioni in merito alle misure di sicurezza adottate dal titolare per proteggere i dati.

Accessi ai dati oltre al titolare
Hanno accesso ai dati personali raccolti da www.studiolegaleulaccomemmo.it il personale interno (quale ad esempio amministrativo, commerciale, marketing, legale, amministratori di sistema) e/o soggetti esterni (quali ad esempio fornitori di servizi informatici terzi, webfarm, agenzie di comunicazione, fornitori di servizi complementari). Se necessario tali strutture sono nominate dal titolare responsabili del trattamento.

L'utente può richiedere in qualsiasi momento al titolare del trattamento, l'elenco aggiornato dei responsabili del trattamento.

Comunicazione di eventuali accessi indesiderati al Garante della Privacy
Il suddetto sistema informatico è monitorato e controllato giornalmente da tecnici e sistemisti. Ciò non toglie che, anche se ritenuta possibilità remota, ci possa essere un accesso indesiderato. Nel caso in cui questo si verifichi il titolare si impegna, come da GDPR ad effettuarne comunicazione al Garante della Privacy entro i termini previsti dalla legge.

Luoghi di mantenimento dei dati acquisiti
I dati personali sono mantenuti e trattati nelle sedi operative e amministrative del titolare, nonché nelle webfarm dove risiedono i server che ospitano il sito web www.studiolegaleulaccomemmo.it, o sui server che ne effettuano le copie di sicurezza. I dati personali dell'utente possono risiedere in Italia, Germania e Olanda, comunque in nazioni della Comunità Europea. I dati personali dell'utente non vengono mai portati o copiati fuori dal territorio europeo.

Tempi di mantenimento dei dati acquisiti
Nel caso di dati acquisiti per fornire un servizio all'utente, (sia per un servizio acquistato che in prova) i dati vengono conservati per 24 mesi successivi al completamento del servizio. Oppure fino a quando non ne venga revocato il consenso.

Nel caso in cui il titolare fosse obbligato a conservare i dati personali in ottemperanza di un obbligo di legge o per ordine di autorità, il titolare può conservare i dati per un tempo maggiore, necessario agli obblighi.

Al termine del periodo di conservazione i dati personali saranno cancellati. Dopo il termine, non sarà più possibile accedere ai propri dati, richiederne la cancellazione e la portabilità.

Base giuridica del trattamento dei dati acquisiti
Il titolare acquisisce dati personali degli utenti nei casi sotto descritti.
Il trattamento si rende necessario:
- se l'utente ha deliberatamente accettato il trattamento per una o più finalità;
- per fornire un preventivo all'utente;
- per fornire un contratto all'utente;
- per fornire un servizio all'utente;
- perché il titolare possa adempiere ad un obbligo di legge;
- perché il titolare possa adempiere ad un compito di interesse pubblico;
- perché il titolare possa adempiere ad un esercizio di pubblici poteri;
- perché il titolare o terzi possano perseguire i propri legittimi interessi.

L'utente può richiedere in qualsiasi momento al titolare del trattamento, chiarimenti sulla base giuridica di ciascun trattamento.

Finalità del trattamento dei dati acquisiti
I dati dell'utente sono raccolti dal titolare per le seguenti finalità:

- corretta e completa esecuzione dell'incarico professionale ricevuto, sia in ambito giudiziale che in ambito stragiudiziale;
- richieste di informazioni da parte dell'utente;
- risposte a richieste di informazione su servizi.

Eventualmente i dati possono essere trattati anche per:
contattare l'utente, statistiche, analisi dei comportamenti degli utenti e registrazione sessioni, visualizzazione contenuti e interazione di applicazioni esterne, protezione dallo spam, gestione dei pagamenti, interazione con social network, pubblicità.

L'utente può richiedere in qualsiasi momento al titolare del trattamento, chiarimenti sulle finalità di ciascun trattamento.

Dettagli specifici sull'acquisizione e uso dei dati personali
Per contattare l'utente
Moduli di contatto
L'utente può compilare il/i moduli di contatto/richiesta informazioni, inserendo i propri dati e acconsentendo al loro uso per rispondere alle richieste di natura indicata nella intestazione del modulo.
Dati personali che potrebbero essere raccolti: CAP, città, cognome, email, indirizzo, nazione, nome, numero di telefono, provincia, ragione sociale.

Per interazione con applicazioni esterne (anche social network)
www.studiolegaleulaccomemmo.it include nelle sue pagine plugin e/o pulsanti per interagire con i social network e/o applicazioni esterne.
Per quanto riguarda i social network, anche se l'utente non utilizza il servizio presente sulla pagina web, è possibile che il servizio acquisisca dati di traffico.

I dati acquisiti e l'utilizzo degli stessi da parte di servizi terzi sono regolamentati dalle rispettive Privacy Policy alle quali si prega di fare riferimento.

Facebook: Pulsante "Mi piace" e widget sociali
Fornitore del servizio: Facebook, Inc.
Finalità del servizio: interazione con il social network Facebook
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: Stati Uniti
Privacy Policy (https://www.facebook.com/about/privacy/update)
Cookie utilizzati (https://www.facebook.com/about/privacy/cookies)
Aderente al Privacy Shield

Twitter: Pulsante "Tweet" e widget sociali
Fornitore del servizio: Twitter, Inc.
Finalità del servizio: interazione con il social network Twitter
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: Stati Uniti
Privacy Policy (https://twitter.com/privacy)
Cookie utilizzati (https://help.twitter.com/it/rules-and-policies/twitter-cookies)
Aderente al Privacy Shield

Whatsapp: Pulsante Whatsapp e widget sociali di Whatsapp
Fornitore del servizio: se l'utente risiede nella Regione Europea, WhatsApp Ireland Limited, se l'utente risiede al di fuori della Regione Europea, i Servizi vengono forniti da WhatsApp LLC.
Finalità del servizio: servizi di interazione con Whatsapp.
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: Irlanda, le informazioni potrebbero essere trasferite o trasmesse o archiviate e trattate negli Stati Uniti o in altri Paesi terzi al di fuori di quello in cui l'utente risiede.
Privacy Policy (https://www.whatsapp.com/legal/privacy-policy-eea)
Aderente al Privacy Shield

Per protezione da spam
Questi servizi acquisiscono dati dagli utenti e tramite varie logiche distinguono il traffico di utenti reali da quello di potenziali minacce di spam.

I dati acquisiti e l'utilizzo degli stessi da parte di servizi terzi sono regolamentati dalle rispettive Privacy Policy alle quali si prega di fare riferimento.

Google reCAPTCHA
Fornitore del servizio: Google, Inc.
Finalità del servizio: servizio di protezione da spam
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: Stati Uniti
Privacy Policy (https://policies.google.com/privacy?hl=it)
Cookie utilizzati (https://policies.google.com/technologies/types?hl=it)
Aderente al Privacy Shield

Per statistiche
Questi servizi sono utilizzati dal titolare del trattamento per analizzare il traffico effettuato dagli utenti sul sito web www.studiolegaleulaccomemmo.it.

I dati acquisiti e l'utilizzo degli stessi da parte di servizi terzi sono regolamentati dalle rispettive Privacy Policy alle quali si prega di fare riferimento.

Google Analytics
Fornitore del servizio: Google, Inc.
Finalità del servizio: servizio di analisi web fornito. Questo servizio raccoglie i dati personali dell'utente per monitorare e analizzare l'utilizzo del sito web www.studiolegaleulaccomemmo.it, generare report e utilizzarli anche per gli altri servizi di Google. Google può usare i dati raccolti per personalizzare i propri annunci pubblicitari.
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: Stati Uniti
Privacy Policy (https://policies.google.com/privacy?hl=it)
Opt-Out (https://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it)
Aderente al Privacy Shield

Per visualizzare contenuti da siti web esterni
Questi servizi sono utilizzati per visualizzare sulle pagine del sito web contenuti esterni al sito web, con possibilità di interazione.
Anche se l'utente non utilizza il servizio presente sulla pagina web, è possibile che il servizio acquisisca dati di traffico.

I dati acquisiti e l'utilizzo degli stessi da parte di servizi terzi sono regolamentati dalle rispettive Privacy Policy alle quali si prega di fare riferimento.

Google Fonts
Fornitore del servizio: Google, Inc.
Finalità del servizio: servizio per visualizzare caratteri (fonts) esterni sul proprio sito web
Dati personali raccolti: tipologie di dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio
Luogo del trattamento: Stati Uniti
Privacy Policy (https://policies.google.com/privacy?hl=it)
Aderente al Privacy Shield

Widget Avvocato Andreani
Fornitore del servizio: Avvocato Anna Andreani.
Finalità del servizio: servizio per visualizzare e interagire con contenuti esterni sul proprio sito web
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio.
Privacy Policy (https://www.avvocatoandreani.it/documenti/varie/informativa_privacy.html)

Widget Google Maps
Fornitore del servizio: Google, Inc.
Finalità del servizio: servizio per visualizzare e interagire con mappe esterne sul proprio sito web
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: Stati Uniti
Privacy Policy (https://policies.google.com/privacy?hl=it)
Aderente al Privacy Shield

Widget Studiocataldi.it Quotidiano giuridico
Fornitore del servizio: Avvocato Anna Andreani.
Finalità del servizio: servizio per visualizzare e interagire con contenuti esterni sul proprio sito web
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio.
Privacy Policy (https://www.avvocatoandreani.it/documenti/varie/informativa_privacy.html)

Widget Widgetserver
Fornitore del servizio: Skenzo Ltd.
Finalità del servizio: servizio per visualizzare e interagire con contenuti esterni sul proprio sito web
Dati personali raccolti: cookie, dati di utilizzo
Luogo del trattamento: secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio.
Privacy Policy (http://iyfnz.com/sk-privacy.php)

Diritti dell'interessato
L'utente possiede tutti i diritti previsti dall'art. 12 del EU GDPR, il diritto di controllare, modificare e integrare (rettificare), cancellare i propri dati personali accedendo alla propria area riservata. Una volta cancellati tutti i dati, viene chiuso l'account di accesso all'area riservata.

Nello specifico ha il diritto di:
- sapere se il titolare detiene dati personali relativi all'utente (art. 15 Diritto all'accesso);
- modificare o integrare (rettificare) i dati personali inesatti o incompleti (Art. 16 Diritto di rettifica);
- richiedere la cancellazione di uno o parte dei dati personali mantenuti se sussiste uno dei motivi previsti dal GDPR (Diritto alla Cancellazione, 17);
- limitare il trattamento solo a parte dei dati personali, o revocarne completamente il consenso al trattamento, se sussiste uno dei motivi previsti dal Regolamento (Art. 18 Diritto alla limitazione del trattamento);
- ricevere copia di tutti i dati personali in possesso del titolare, in formato di uso comune organizzato, e leggibili anche da dispositivo automatico (Art. 20, Diritto alla Portabilità);
- opporsi in tutto o in parte al trattamento dei dati per finalità di marketing, ad esempio opporsi e ricevere offerte pubblicitarie (art. 21 Diritto di opposizione). Si fa presente agli utenti che possono opporsi al trattamento dei dati utilizzati per scopo pubblicitario, senza fornire alcuna motivazione;
- opporsi al trattamento dei dati in modalità automatica o meno per finalità di profilazione (c.d. Consenso).

Come un utente può esercitare i propri diritti
L'utente può esercitare i propri diritti sopra esposti comunicandone richiesta al titolare del trattamento Studio Legale Ulacco Memmo ai seguenti recapiti: info@studiolegaleulaccomemmo.it; tel. +39 0872.66.15.85.

La richiesta di esercitare un proprio diritto non ha nessun costo. Il titolare si impegna ad evadere le richieste nel minor tempo possibile, e comunque entro un mese.

L'utente ha il diritto di proporre reclamo all'Autorità Garante per la Protezione dei dati Personali. Recapiti: garante@gpdp.it, http://www.gpdp.it (http://www.gpdp.it).

Cookie Policy
Informazioni aggiuntive sul trattamento dei dati
Difesa in giudizio
Nel caso di ricorso al tribunale per abuso da parte dell'utente nell'utilizzo di www.studiolegaleulaccomemmo.it o dei servizi a esso collegati, il titolare ha la facoltà di rivelare i dati personali dell'utente. È inoltre obbligato a fornire i suddetti dati su richiesta delle autorità pubbliche.

Richiesta di informative specifiche
L'utente ha diritto di richiedere a www.studiolegaleulaccomemmo.it informative specifiche sui servizi presenti sul sito web e/o la raccolta e l'utilizzo dei dati personali.

Raccolta dati per log di sistema e manutenzione
www.studiolegaleulaccomemmo.it e/o i servizi di terze parti (se presenti) possono raccogliere i dati personali dell'utente, come ad esempio l'indirizzo IP, sotto forma di log di sistema. La raccolta di questi dati è legata al funzionamento e alla manutenzione del sito web.

Informazioni non contenute in questa policy
L'utente ha diritto di richiedere in ogni momento al titolare del trattamento dei dati le informazioni aggiuntive non presenti in questa Policy riguardanti il trattamento dei dati personali. Il titolare potrà essere contattato tramite gli estremi di contatto.

Supporto per le richieste "Do Not Track"
Le richieste  "Do Not Track" non sono supportate da www.studiolegaleulaccomemmo.it.
L'utente è invitato a consultare le Privacy Policy dei servizi terzi sopra elencati per scoprire quali supportano questo tipo di richieste.

Modifiche a questa Privacy Policy
Il titolare ha il diritto di modificare questo documento avvisando gli utenti su questa stessa pagina oppure, se previsto, tramite i contatti di cui è in possesso. L'utente è quindi invitato a consultare periodicamente questa pagina. Per conferma sull'effettiva modifica consultare la data di ultima modifica indicata in fondo alla pagina.
Il titolare si occuperà di raccogliere nuovamente il consenso degli utenti nel caso in cui le modifiche a questo documento riguardino trattamenti di dati per i quali è necessario il consenso.

Definizioni e riferimenti legali
Dati personali (o dati, o dati dell'utente)
Sono dati personali le informazioni che identificano o rendono identificabile, direttamente o indirettamente, una persona fisica e che possono fornire informazioni sulle sue caratteristiche, le sue abitudini, il suo stile di vita, le sue relazioni personali, il suo stato di salute, la sua situazione economica, ecc.

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

Dati di utilizzo
Sono dati di utilizzo le informazioni che vengono raccolte in automatico durante la navigazione di www.studiolegaleulaccomemmo.it, sia da sito web stesso che dalle applicazioni di terzi incluse nel sito. Sono esempi di dati di utilizzo l'indirizzo IP e i dettagli del dispositivo e del browser (compresi la localizzazione geografica) che l'utente utilizza per navigare sul sito, le pagine visualizzate e la durata della permanenza dell'utente sulle singole pagine.

Utente
Il soggetto che fa uso del sito web www.studiolegaleulaccomemmo.it.
Coincide con l'interessato, salvo dove diversamente specificato.

Interessato
Interessato è la persona fisica al quale si riferiscono i dati personali. Quindi, se un trattamento riguarda, ad esempio, l'indirizzo, il codice fiscale, ecc. di Mario Rossi, questa persona è l'interessato (articolo 4, paragrafo 1, punto 1), del Regolamento UE 2016/679 (http://www.garanteprivacy.it/regolamentoue).

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

Responsabile del trattamento (o responsabile)
Responsabile è la persona fisica o giuridica al quale il titolare affida, anche all'esterno della sua struttura organizzativa, specifici e definiti compiti di gestione e controllo per suo conto del trattamento dei dati (articolo 4, paragrafo 1, punto 8), del Regolamento UE 2016/679 (http://www.garanteprivacy.it/regolamentoue). Il Regolamento medesimo ha introdotto la possibilità che un responsabile possa, a sua volta e secondo determinate condizioni, designare un altro soggetto c.d. "sub-responsabile" (articolo 28, paragrafo 2).

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento (o titolare)
Titolare è la persona fisica, l'autorità pubblica, l'impresa, l'ente pubblico o privato, l'associazione, ecc., che adotta le decisioni sugli scopi e sulle modalità del trattamento (articolo 4, paragrafo 1, punto 7), del Regolamento UE 2016/679 (http://www.garanteprivacy.it/regolamentoue).

Fonte: sito web del Garante della Privacy (http://www.garanteprivacy.it).

www.studiolegaleulaccomemmo.it (o sito web)  
Il sito web mediante il quale sono raccolti e trattati i dati personali degli utenti.

Servizio
Il servizio offerto dal sito web www.studiolegaleulaccomemmo.it come indicato nei relativi termini.

Comunità Europea (o UE)
Ogni riferimento relativo alla Comunità Europea si estende a tutti gli attuali stati membri dell'Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo, salvo dove diversamente specificato.

Cookie
Dati conservati all'interno del dispositivo dell'utente.

Riferimenti legali
La presente informativa è redatta sulla base di molteplici ordinamenti legislativi, inclusi gli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679. Questa informativa riguarda esclusivamente www.studiolegaleulaccomemmo.it, dove non diversamente specificato.

Informativa privacy aggiornata il 10/01/2022 11:30
torna indietro leggi Privacy Policy per www.studiolegaleulaccomemmo.it  obbligatorio

cookie